Rain-Bo Abroad4Resiliency

“L’uomo è dove è il suo cuore, non dove è il suo corpo.”

Mahatma Gandhi

 

Rain-Bo ha supportato i giovani ospiti siriani dell’orfanotrofio Dar Al Salam di Gaziantep insieme ad Hayat ONLUS.

L’orfanotrofio Dar Al Salam è stato aperto nel 2013 a Gaziantep, in Turchia per accogliere orfani e vedove in fuga dalla guerra in Siria. Gaziantep è una delle città turche più vicine al confine siriano.

In meno di 3 anni il numero di ospiti della struttura è cresciuto gradualmente fino a contare 45 orfani che hanno tra i 10 mesi e 18 anni,  e 7 vedove. Il destino di queste persone innocenti è stato segnato da una guerra in cui non hanno avuto né colpe né ruolo, ma della quale sono soltanto le vittime.

L’idea iniziale era quella di creare un rifugio per chi, una volta arrivato in Turchia non sapesse dove andare.

Con il peggiorare della situazione in Siria e con l’aumento continuo del numero di profughi, Dar Al Salam pur non potendo accogliere un numero più elevato di bambini, si è sforzato di dar loro tutto quanto necessario: a partire da una adeguata alimentazione e un posto sicuro dove dormire, l’assistenza sanitaria, fino all’educazione scolastica e al sostegno psicologico per elaborare quanto più e meglio possibile il trauma e il dolore del ricordo per provare  a voltare pagina e ricominciare a guardare al futuro.

Per l’orfanotrofio Dar Al Salam è importante curare l’iter burocratico, le iscrizioni, l’andamento scolastico ma soprattutto dare a questi bambini un punto di riferimento che li aiuti a crescere e li protegga da ulteriori abusi e violenze.

Le vedove ospiti della struttura aiutano nella preparazione dei pasti e nella gestione dell’orfanotrofio, le maestre seguono i bambini anche fuori dagli orari scolastici, lo psicologo forniva fino all’anno scorso continua assistenza portando avanti programmi di recupero individuali o in piccoli gruppi.

Purtroppo nell’ultimo anno, con il persistere dell’emergenza umanitaria legata alla Siria, l’orfanotrofio ha perso l’accesso ad alcuni fondi, ed è stato costretto a chiudere. Tutti i bambini e le bambine hanno trovato un rifugio alternativo adeguato insieme alle loro mamme.